CI VUOLE UN SORRISO! SUSSIDIARIO DELLE DISCIPLINE 3 - MATEMATICA, SCIENZE E TECNOLOGIA

ANGOLI Sto camminando sul muretto di una vasca piena d’acqua e di bambini che nuotano. Per ritornare nella posizione in cui mi trovo, cambierò direzione 6 volte. 1 Fa’ un giro completo della tua aula sfiorando le pareti e poi rispondi. • Quante volte hai dovuto cambiare direzione per non finire contro la parete che avevi di fronte? • Hai girato sempre a destra o a sinistra? Hai cambiato direzione ogni volta che hai incontrato un angolo.Se la tua aula ha quattro pareti, hai cambiato direzione 4 volte.Mattia tiene fermo il capo di un’asta su uno spigolo dell’aula. Sara, fa ruotare l’asta fino a toccare l’altra parete. Sara ha ruotato l’asta di un angolo retto. 2 Osserva i vari tipi di angoli. L’angolo formato dai due lati più corti della squadra si chiama angolo retto. L’asticciola ha ruotato di mezzo giro. L’angolo piatto equivale a . . . . . . angoli retti. L’angolo meno ampio dell’angolo retto si chiama acuto. L’angolo più ampio dell’angolo retto si chiama ottuso. L’asticciola ha ruotato di un giro. L’angolo giro equivale a . . . . . . angoli retti. Per misurare gli angoli usiamo il goniometro suddiviso in 360 gradi (360°) o in 180° come quello di fianco. Per misurare un angolo bisogna far coincidere il centro del goniometro con il vertice dell’angolo. Il primo segmento della scala, cioè 0°, deve passare per un lato (se è troppo corto, prolungalo). Nella figura puoi osservare due angoli di 45° ciascuno. 3 Osserva l’esempio e scrivi quanto misurano gli angoli indicati. Un angolo acuto misura meno di 90°. Un angolo retto misura 90°. Un angolo ottuso misura più di 90° e meno di 180° 4 Misura gli angoli e scrivi il loro nome.

ANGOLI

Sto camminando sul muretto di una vasca piena d’acqua e di bambini che nuotano. Per ritornare nella posizione in cui mi trovo, cambierò direzione 6 volte.
1 Fa’ un giro completo della tua aula sfiorando le pareti e poi rispondi.
• Quante volte hai dovuto cambiare direzione per non finire contro la parete che avevi di fronte?
• Hai girato sempre a destra o a sinistra?

Hai cambiato direzione ogni volta che hai incontrato un angolo.
Se la tua aula ha quattro pareti, hai cambiato direzione 4 volte.

Mattia tiene fermo il capo di un’asta su uno spigolo dell’aula.
Sara, fa ruotare l’asta fino a toccare l’altra parete.
Sara ha ruotato l’asta di un angolo retto.

2 Osserva i vari tipi di angoli.
L’angolo formato dai due lati più corti della squadra si chiama angolo retto.

L’asticciola ha ruotato di mezzo giro.
L’angolo piatto equivale a . . . . . . angoli retti.

L’angolo meno ampio dell’angolo retto si chiama acuto.

L’angolo più ampio dell’angolo retto si chiama ottuso.

L’asticciola ha ruotato di un giro.
L’angolo giro equivale a . . . . . . angoli retti.
Per misurare gli angoli usiamo il goniometro suddiviso in 360 gradi (360°) o in 180° come quello di fianco.
Per misurare un angolo bisogna far coincidere il centro del goniometro con il vertice dell’angolo. Il primo segmento della scala, cioè 0°, deve passare per un lato (se è troppo corto, prolungalo). Nella figura puoi osservare due angoli di 45° ciascuno.

3 Osserva l’esempio e scrivi quanto misurano gli angoli indicati.

Un angolo acuto misura meno di 90°.
Un angolo retto misura 90°.
Un angolo ottuso misura più di 90° e meno di 180°

4 Misura gli angoli e scrivi il loro nome.