CI VUOLE UN SORRISO! QUADERNONE DI GRAMMATICA E SCRITTURA 3

DESCRIVERE UN ANIMALE Quando si descrive un animale l’osservazione deve tener conto dell’aspetto fisico, ma anche del suo comportamento. 1 Leggi attentamente il brano. Lo scoiattolo Era un animaletto corto, piccolo, dal folto pelo rossiccio, con una lunga coda gonfia, due occhietti tondi e neri, piccole orecchie appuntite. Elastico ed esperto in acrobazie di ogni genere, molto agile e veloce, saltava da un ramo all’altro, da un abete rimbalzava su un pino, si arrampicava, correva, appariva sul lago, faceva provviste. Gettava i pinoli in testa ai conigli, spariva ed appariva tra i rami degli alberi. Tornava a casa solo la sera, sul suo albero altissimo. Lanciava un verso, «guru guru», e se ne andava nel suo rifugio. F. Tombari, Il libro degli animali, Mondadori 2 Sottolinea nel testo in blu le qualità dello scoiattolo, in verde le azioni che compie. 3 Ora completa correttamente lo schema. Com’è? il pelo ... la coda ... gli occhi ... le orecchie ... Che cosa fa? (Riscrivi almeno sei azioni.) 4 Leggi attentamente il brano. Uno strano cucciolo L’animale era un giovane velociraptor. Era lungo 45 centimetri e aveva le dimensioni di una scimmiotta. Era di color giallo scuro, con strisce marroni. Aveva la testa di una scimmiotta, con il musetto allungato e stava ritto sulle zampe posteriori, lanciandosi con la coda, lunga e dritta. Agitava le zampe anteriori, sulle estremità delle quali si trovavano tre specie di artigli. Tim afferrò l’animaletto, lo accarezzò stringendolo a sé. Poteva sentire il suo cuore che batteva forte. L’animaletto pesava circa un chilogrammo; aveva una pelle calda, asciutta e liscia. La minuscola testa si inclinava a destra e a sinistra. Gli occhi, piccoli, tondi e neri lo fissavano. La piccola lingua biforcuta guizzava fuori dalla bocca. Ogni tanto il velociraptor lanciava acuti squittii ed emetteva un lungo sibilo. M. Crichton, Jurassic Park, Garzanti 5 Fai un disegno dell’animale descritto.6 Nel brano sottolinea:• in blu tutti i particolari che descrivono com’è fatto l’animale;• in verde le frasi che descrivono come si comporta e che cosa fa.7 Riscrivi tutti i particolari descritti attraverso:il tatto ...l’udito ...

DESCRIVERE UN ANIMALE

Quando si descrive un animale l’osservazione deve tener conto dell’aspetto fisico, ma anche del suo comportamento.

1 Leggi attentamente il brano.

Lo scoiattolo

Era un animaletto corto, piccolo, dal folto pelo rossiccio, con una lunga coda gonfia, due occhietti tondi e neri, piccole orecchie appuntite. Elastico ed esperto in acrobazie di ogni genere, molto agile e veloce, saltava da un ramo all’altro, da un abete rimbalzava su un pino, si arrampicava, correva, appariva sul lago, faceva provviste. Gettava i pinoli in testa ai conigli, spariva ed appariva tra i rami degli alberi.
Tornava a casa solo la sera, sul suo albero altissimo. Lanciava un verso, «guru guru», e se ne andava nel suo rifugio.
F. Tombari, Il libro degli animali, Mondadori

2 Sottolinea nel testo in blu le qualità dello scoiattolo, in verde le azioni che compie.

3 Ora completa correttamente lo schema.
Com’è?
il pelo ...
la coda ...
gli occhi ...
le orecchie ...

Che cosa fa? 
(Riscrivi almeno sei azioni.)

4 Leggi attentamente il brano.

Uno strano cucciolo

L’animale era un giovane velociraptor. Era lungo 45 centimetri e aveva le dimensioni di una scimmiotta. Era di color giallo scuro, con strisce marroni. Aveva la testa di una scimmiotta, con il musetto allungato e stava ritto sulle zampe posteriori, lanciandosi con la coda, lunga e dritta. Agitava le zampe anteriori, sulle estremità delle quali si trovavano tre specie di artigli. Tim afferrò l’animaletto, lo accarezzò stringendolo a sé. Poteva sentire il suo cuore che batteva forte. L’animaletto pesava circa un chilogrammo; aveva una pelle calda, asciutta e liscia. La minuscola testa si inclinava a destra e a sinistra. Gli occhi, piccoli, tondi e neri lo fissavano. La piccola lingua biforcuta guizzava fuori dalla bocca. Ogni tanto il velociraptor lanciava acuti squittii ed emetteva un lungo sibilo.
M. Crichton, Jurassic Park, Garzanti
5 Fai un disegno dell’animale descritto.

6 Nel brano sottolinea:
• in blu tutti i particolari che descrivono com’è fatto l’animale;
• in verde le frasi che descrivono come si comporta e che cosa fa.

Riscrivi tutti i particolari descritti attraverso:
il tatto ...
l’udito ...