CI VUOLE UN SORRISO! LETTURE 3

3_110-141 antologico.qxp_Layout 1 01/04/16 17:50 Pagina 130 STORIE DI TEMPI ANTICHISSIMI Quando Markus riaprì gli occhi, tutto gli parve cambiato. Si ritrovò rivestito solamente con pelli di animale, i capelli crespi e lunghi e ai piedi calzari fatti di pelliccia. A tracolla aveva una sacca e la voce inconsueta della madre gli stava facendo capire, attraverso una serie di suoni incomprensibili, che doveva recarsi a raccogliere delle bacche. Lasciò il piccolo accampamento e si avviò verso il bosco vicino, nel quale rigogliosi crescevano alti faggi e carpini. Raccolse una gran quantità di bacche, more e qualche noce, stupito dal silenzio che regnava nel bosco, rotto solo di quando in quando dal verso di qualche uccello. Che buone queste bacche e quante ce ne sono, son molto colorate e molto saporite. Son gialle, blu e viola oppure rosso fuoco, hanno un profumo intenso, fammele assaggiar. Non sono fragoline, nemmeno dei mirtilli, non riesco a ricordare di averle viste mai. Mi riempio bene il sacco, faccio una bella scorta, qui sono in abbondanza, conviene approfittar. 130
CI VUOLE UN SORRISO! LETTURE 3