CI VUOLE UN SORRISO! LETTURE 3

3_110-141 antologico.qxp_Layout 1 01/04/16 17:50 Pagina 112 STORIE DI TEMPI ANTICHI LA MIA NONNA Apri la storia! Per descrivere una persona devi parlare del suo aspetto fisico (corporatura, viso, abbigliamento ), delle sue abitudini, del suo carattere e dei suoi gusti. Se poi una persona ha una qualità particolare (per esempio, una voce bellissima oppure disegna molto bene), puoi soffermarti su questa caratteristica, spiegando anche con degli esempi perché ti colpisce. 112 Era piccola, con minuscoli piedi calzati di stivaletti neri a piccolissimi bottoncini. Era fiera di quei piccoli piedi che spuntavano sotto la gonna, ed era fiera dei suoi capelli candidi, crespi, pettinati in un alto casco rigonfio. Mio padre la portava ogni giorno a camminare. Camminavano, lui avanti, con i suoi passi lunghi, le mani intrecciate dietro la schiena e la pipa in bocca. Lei stava dietro, con la sua veste frusciante, con i passetti dei suoi tacchettini; lei non voleva mai andare sulla strada dov era stata il giorno prima: a lei piaceva provare sempre strade nuove. Natalia Ginzburg, Lessico famigliare, Einaudi LEGGO E CAPISCO Da quali parole nel testo puoi capire che la nonna di cui si parla non è una nonna dei nostri giorni? Com era il suo abbigliamento? Apprendimento cooperativo VAI A pagina 198 PER LAVORARE INSIEME
CI VUOLE UN SORRISO! LETTURE 3