CI VUOLE UN SORRISO! LETTURE 3

LO ZUFOLO MAGICO C’era una volta un vecchio povero che possedeva solo un orto.Un giorno chiamò il figlio e gli disse: - I fichi sono maturi. Cogli i più belli e portali al re. Magari ti darà qualche moneta d’oro.Il ragazzo prese i fichi e si mise in cammino.Passò davanti alla casa di una vecchina che gli chiese: - Che cos’hai nel cestino?- Fichi per il re.- Falli assaggiare anche a me!La vecchina prese tre piccoli fichi e ringraziò.Il ragazzo ripartì e arrivò al castello del re. Si presentò con i bei frutti.Il re fu contento e gli diede una manciata di monete d’oro.Tornando a casa felice, il ragazzo ripassò dalla vecchia che gli disse:- Figliolo, sei stato gentile con me, prendi questo.E gli diede uno zufolo che, quando veniva suonato, faceva ballare chiunque.Allora il ragazzo cominciò a suonare. Arrivò in una città e subito tutti presero a saltare allegri.Bisogna sapere che il re era disperato perché la sua unica figliola era stata presa dalla malinconia e, se non avesse fatto presto una risata, sarebbe morta per la tristezza.Appena il re sentì che cosa era accaduto ordinò: - Portatemi qui il giovane con lo zufolo!Quando lo ebbe davanti, gli ordinò: - Suona!E il ragazzo suonò, e allora re, regina, ministri, servi, persino cani, gatti e polli e piccioni si misero a saltare e ballare, e quel corteo festoso andò verso le stanze della principessa.La ragazza vide arrivare la fila di gente in allegria e allora anche lei fece una gran risata e cominciò a ballare.Alla fine il re abbracciò il ragazzo, e gli diede la figlia in sposa.Lella Gandini e Roberto Piumini, Fiabe da tutta Italia, Einaudi Ragazzi Apri la storia!Anticamente le fiabe venivano tramandate a voce, poi, nel tempo, alcuni celebri autori le trascrissero per farle giungere fino a noi.LEGGO E CAPISCORispondi.- Chi è il protagonista della fiaba che hai letto?- In quali luoghi si svolgono i fatti? Prima… Poi… Poi ancora…- Chi è l’aiutante del protagonista? Quale oggetto magico gli dona?- In che modo l’oggetto magico è stato utile al protagonista?Sottolinea il lieto fine.LEGGO E SCRIVODividi la fiaba in sequenze e scrivi il riassunto sul quaderno.

LO ZUFOLO MAGICO

C’era una volta un vecchio povero che possedeva solo un orto.
Un giorno chiamò il figlio e gli disse: - I fichi sono maturi. Cogli i più belli e portali al re. Magari ti darà qualche moneta d’oro.
Il ragazzo prese i fichi e si mise in cammino.
Passò davanti alla casa di una vecchina che gli chiese: - Che cos’hai nel cestino?
- Fichi per il re.
- Falli assaggiare anche a me!
La vecchina prese tre piccoli fichi e ringraziò.
Il ragazzo ripartì e arrivò al castello del re. Si presentò con i bei frutti.
Il re fu contento e gli diede una manciata di monete d’oro.
Tornando a casa felice, il ragazzo ripassò dalla vecchia che gli disse:
- Figliolo, sei stato gentile con me, prendi questo.
E gli diede uno zufolo che, quando veniva suonato, faceva ballare chiunque.
Allora il ragazzo cominciò a suonare. Arrivò in una città e subito tutti presero a saltare allegri.
Bisogna sapere che il re era disperato perché la sua unica figliola era stata presa dalla malinconia e, se non avesse fatto presto una risata, sarebbe morta per la tristezza.
Appena il re sentì che cosa era accaduto ordinò: - Portatemi qui il giovane con lo zufolo!
Quando lo ebbe davanti, gli ordinò: - Suona!
E il ragazzo suonò, e allora re, regina, ministri, servi, persino cani, gatti e polli e piccioni si misero a saltare e ballare, e quel corteo festoso andò verso le stanze della principessa.
La ragazza vide arrivare la fila di gente in allegria e allora anche lei fece una gran risata e cominciò a ballare.
Alla fine il re abbracciò il ragazzo, e gli diede la figlia in sposa.
Lella Gandini e Roberto Piumini, Fiabe da tutta Italia, Einaudi Ragazzi