CI VUOLE UN SORRISO! LETTURE 3

I COLORI DEI PAPPAGALLI Un tempo gli uccelli avevano il piumaggio scuro come la notte; essi vivevano in una regione dove esisteva un enorme serpente marino che mangiava tutti gli esseri viventi. Nessuno osava attaccare il mostro. Solo il cormorano, un giorno, decise di farlo: si tuffò e, a colpi di becco, ferì mortalmente il serpente che stava in fondo all’acqua.Come premio tutti gli uccelli presero un pezzo della pelle del mostro. Quella pelle aveva colori meravigliosi: rosso, giallo, verde e nero ed era ornata di disegni mai visti prima. Non appena gli uccelli presero il pezzo, avvenne il miracolo: i pappagalli con la coda corta si coprirono di verde e di rosso, quelli con la coda lunga si coprirono di piume prima sconosciute rosa, scarlatte e dorate.Al cormorano, che aveva fatto tutto, rimase solo la testa, che era nera. Ma lui se ne dichiarò soddisfatto.Claude Lévi-Strauss, Il crudo e il cotto, Il SaggiatoreApri la storia!Sottolinea nella storia gli elementi della realtà di cui si dà una spiegazione fantastica.



I COLORI DEI PAPPAGALLI



Un tempo gli uccelli avevano il piumaggio scuro come la notte; essi vivevano in una regione dove esisteva un enorme serpente marino che mangiava tutti gli esseri viventi. Nessuno osava attaccare il mostro. Solo il cormorano, un giorno, decise di farlo: si tuffò e, a colpi di becco, ferì mortalmente il serpente che stava in fondo all’acqua.
Come premio tutti gli uccelli presero un pezzo della pelle del mostro. Quella pelle aveva colori meravigliosi: rosso, giallo, verde e nero ed era ornata di disegni mai visti prima. Non appena gli uccelli presero il pezzo, avvenne il miracolo: i pappagalli con la coda corta si coprirono di verde e di rosso, quelli con la coda lunga si coprirono di piume prima sconosciute rosa, scarlatte e dorate.
Al cormorano, che aveva fatto tutto, rimase solo la testa, che era nera. Ma lui se ne dichiarò soddisfatto.
Claude Lévi-Strauss, Il crudo e il cotto, Il Saggiatore