Storia vera di Babbo Natale

STORIA VERA DI BABBO NATALE Tra i grandi alberi del Bosco Vecchio si ode in lontananza una musichetta… Camminando per la strada giù e su e giù e su a passeggio me ne vado giù e su e giù e su. Curiosando per le vie là e qua e là e qua a passeggio me ne vado là e qua e là e qua. Camminando per la strada giù e su e giù e su a passeggio me ne vado giù e su e giù e su. Gli aiutanti di Babbo Natale cantano una canzone… Il povero orsetto si aggira qua e là, fa freddo e la neve già cade dal ciel e stende sul bosco un bianco baglior che rende a noi tutti più bello il Natal. La piccola renna incontro gli va, fa freddo e le zampe si vuole scaldar e insieme poi vanno al gran focolar che un dolce tepore infondere sa. Gli animali, tutti insieme, chiamano la stella cometa… Bella stella, dimmi tu, cosa vedi da lassù? Da quassù io vedo te, da quassù io vedo te. Bella stella, dimmi un po’, quale strada seguirò? Sempre in cerchio devi andar per tre volte e poi girar. Sempre in cerchio devi andar per tre volte e poi girar. Gli animali del bosco intonano una canzone in onore di Babbo Natale… Sai che c’è un signore che la barba lunga ha e il vestito tutto rosso con la slitta in giro va. Questa notte arriverà, tanti doni porterà ai bambini, quelli buoni, che a letto dormiran. Gli aiutanti di Babbo Natale festeggiano la mezzanotte sulla slitta, mentre questa si avvicina alla casetta di Elena e Marco. Tic tac, tic tac, tic tac, tic tac… L’orologio gira in tondo, le lancette fan tic tac, segna il tempo tutto il giorno, notte e giorno se ti va… Ma una cosa non ti scordare, la sua molla di ricaricar, gira la chiave, girala ancora e l’orologio non si fermerà, l’orologio non si fermerà. Tic tac, tic tac, tic tac, tic tac… Indica con una X l’orologio che segna la mezzanotte. Babbo Natale legge la letterina di Marco ai suoi aiutanti. Caro Babbo Natale, sono un bambino di sette anni e ti scrivo anche quest’anno per il Natale. Come stai? Spero che tu non ti debba affaticare troppo per portarci tutti i doni. Questa volta però io vorrei che, al posto dei soliti giochi, tu mi insegnassi una canzone per renderci tutti più buoni, più comprensivi: una canzone facile e bella, così la potrò insegnare ai miei amici, e che aiuti il mondo a essere migliore; una canzone che faccia cessare tutte le guerre del mondo… Ora ti lascio con un grande abbraccio, sperando che questo mio desiderio si possa avverare. Tuo Marco I bambini si svegliano, vanno vicino a Babbo Natale e cantano insieme la canzone che lui stesso ha scritto per loro. Son tante le cose da fare di giorno: alzarsi, giocare, mangiare, studiare. La notte invece c’è poco da fare: dormire, sognare di mondi lontani. Ma ora ti dico la cosa più bella, portare la pace su tutta la Terra… Babbo Natale canta la sua canzone a tutti i bambini.Buon Natale a tutti voi, alle mamme, ai papà, alle zie, ai nipoti, nonni e nonne e poi chissà!Su, tutti insieme facciamo un coro e la festa più bella sarà!Su, tutti insieme cantiamo ancora, a voi tutti un felice Natal…Buon Natale!LEGGO E RECITOUtilizza queste pagine musicali per allestire uno spettacolo di Natale. Come puoi vedere, ci sono parti per tutti: gli aiutanti, la renna, l’orsetto, la stella cometa, il coro dei bambini, i componenti della famiglia e naturalmente… Babbo Natale!

STORIA VERA DI BABBO NATALE

Tra i grandi alberi del Bosco Vecchio si ode in lontananza una musichetta…
Camminando per la strada giù e su e giù e su
a passeggio me ne vado giù e su e giù e su.
Curiosando per le vie là e qua e là e qua
a passeggio me ne vado là e qua e là e qua.
Camminando per la strada giù e su e giù e su
a passeggio me ne vado giù e su e giù e su.
Gli aiutanti di Babbo Natale cantano una canzone…
Il povero orsetto si aggira qua e là,
fa freddo e la neve già cade dal ciel
e stende sul bosco un bianco baglior
che rende a noi tutti più bello il Natal.

La piccola renna incontro gli va,
fa freddo e le zampe si vuole scaldar
e insieme poi vanno al gran focolar
che un dolce tepore infondere sa.
Gli animali, tutti insieme, chiamano la stella cometa…
Bella stella, dimmi tu, cosa vedi da lassù?
Da quassù io vedo te, da quassù io vedo te.
Bella stella, dimmi un po’, quale strada seguirò?
Sempre in cerchio devi andar per tre volte e poi girar.
Sempre in cerchio devi andar per tre volte e poi girar.
Gli animali del bosco intonano una canzone in onore di Babbo Natale…
Sai che c’è un signore
che la barba lunga ha
e il vestito tutto rosso
con la slitta in giro va.
Questa notte arriverà,
tanti doni porterà
ai bambini, quelli buoni,
che a letto dormiran.
Gli aiutanti di Babbo Natale festeggiano la mezzanotte sulla slitta, mentre questa si avvicina alla casetta di Elena e Marco.
Tic tac, tic tac, tic tac, tic tac…
L’orologio gira in tondo,
le lancette fan tic tac,
segna il tempo tutto il giorno,
notte e giorno se ti va…

Ma una cosa non ti scordare,
la sua molla di ricaricar,
gira la chiave, girala ancora
e l’orologio non si fermerà,
l’orologio non si fermerà.
Tic tac, tic tac, tic tac, tic tac…
Indica con una X l’orologio che segna la mezzanotte.

Babbo Natale legge la letterina di Marco ai suoi aiutanti.
Caro Babbo Natale,
sono un bambino di sette anni e ti scrivo anche quest’anno per il Natale.
Come stai?
Spero che tu non ti debba affaticare troppo per portarci tutti i doni.
Questa volta però io vorrei che, al posto dei soliti giochi, tu mi insegnassi una canzone per renderci tutti più buoni, più comprensivi: una canzone facile e bella, così la potrò insegnare ai miei amici, e che aiuti il mondo a essere migliore; una canzone che faccia cessare tutte le guerre del mondo…
Ora ti lascio con un grande abbraccio, sperando che questo mio desiderio si possa avverare.
Tuo Marco
I bambini si svegliano, vanno vicino a Babbo Natale e cantano insieme la canzone che lui stesso ha scritto per loro.
Son tante le cose da fare di giorno: alzarsi, giocare, mangiare, studiare.
La notte invece c’è poco da fare: dormire, sognare di mondi lontani.
Ma ora ti dico la cosa più bella, portare la pace su tutta la Terra…
Babbo Natale canta la sua canzone a tutti i bambini.
Buon Natale a tutti voi, alle mamme, ai papà, alle zie, ai nipoti, nonni e nonne e poi chissà!
Su, tutti insieme facciamo un coro e la festa più bella sarà!
Su, tutti insieme cantiamo ancora, a voi tutti un felice Natal…
Buon Natale!

LEGGO E RECITO
Utilizza queste pagine musicali per allestire uno spettacolo di Natale. Come puoi vedere, ci sono parti per tutti: gli aiutanti, la renna, l’orsetto, la stella cometa, il coro dei bambini, i componenti della famiglia e naturalmente… Babbo Natale!